• cose da vedere in Qatar

Cose da vedere in Qatar: grattacieli, deserto e mare

Cose da vedere in Qatar: grattacieli, deserto e mare

Gli occhi del mondo sono puntati sul Qatar. E i motivi sono diversi. In soli quarant’anni, questo piccolo stato del Golfo Persico – più vicino al Bahrein che agli Emirati – ha completamente cambiato volto e pelle passando dall’essere uno dei paesi più poveri del Medio Oriente al ruolo di più ricco del mondo. Tutto questo, ovviamente, grazie alle sterminate ricchezze legate al petrolio e al gas naturale ma non solo perché le autorità del paese hanno investito in maniera massiccia acquisendo società, marchi, squadre sportive e interi pezzi di città in ogni continente. Italia compresa. Una campagna acquisti senza precedenti realizzata in contemporanea a quello che accadeva nel paese che ha sviluppato con vertiginosa fretta infrastrutture e università, hotel multistelle e e centri commerciali, la compagnia aerea e le società finanziarie. Ma anche stadi. Non a caso qui si svolgerà la controversa Coppa del Mondo 2022 di calcio. E tutto questo tra mare e deserto facendo allungare giorno dopo giorno la lista delle cose da vedere in Qatar.

Cose-da-vedere-in-Qatar

Il Qatar moderno è, a tutti gli effetti, una città-stato. Oltre la metà della popolazione del paese, infatti,  vive nella capitale, Doha. La maggior parte delle altri insediamenti sono sorti intorno alle zone di ricerca del petrolio e quindi si tratta quasi esclusivamente di comunità costruite e abitate da lavoratori stranieri. Ma se pensate che ci siano solo grattacieli nella lista delle cose da vedere in Qatar rischiate di sbagliarvi. Il paese ha anche la sua parte di bellezza naturali con belle spiagge che si susseguono sulla costa occidentale in luoghi come Dukhan mentre nell’interno sono da non perdere le spettacolari dune di Khor al Adaid nel sud.

Cose-da-vedere-in-Qatar

Cose da vedere in Qatar: tradizioni e grattacieli

Mentre i grattacieli, i centri commerciali e le spiagge artificiali suggeriscono che Doha possa essere una sorta di clone di Dubai, in realtà il Qatar ha una propria anima con caratteristiche particolari e uniche. Il paese resta, anche se pare difficile crederlo vedendo la jungla di luci, un paese profondamente tradizionale che condivide parecchio, a livello di mentalità e sentimenti, con la vicina Arabia Saudita. Per cui succedono cose paradossali, che lasciano smarriti gli occidentali. Qui infatti i bar degli alberghi internazionali servono tranquillamente alcolici ma alle donne del paese è proibito entrare. Si consolano allora con sfrenate sedute di shopping nei centri commerciali che sono il paradiso dei fashion victims con le loro distese di negozi di Chanel o Dior. Ma poco lontano, gli uomini non guardano neppure le griffe e piuttosto si dedicano con impegno alla falconeria e alle corse di cammelli.

Cose-da-vedere-in-Qatar

Tra queste stridenti contraddizioni, nel confronto tra tradizione e modernità, tra  i sapori di ieri e il desiderio di un domani ancora tutto da inventare esistono però degli spazi di contatto. Che invitano alla riflessione come il Museo di arte islamica, il Katara Cultural Village e il Museo di Arte moderna: si trovano tutti a Doha e dimostrano che il Qatar sta lanciando un guanto di sfida ai suoi vicini degli Emirati – con cui ultimamente non corre buon sangue – anche sul piano culturale. E non solo su quello della ipertrofia dei grattacieli.

Cose-da-vedere-in-Qatar

Cose da vedere in Qatar: un paese di contrasti

Ma se crescono le cose da vedere in Qatar non diminuiscono le differenze e le situazioni di contrasto. Gli abitanti del paese di origine qatarina sono meno di duecentomila. Le persone che abitano nel paese sono invece più di due milioni. E tra i due gruppi le distanze sono enormi. I residenti passano il tempo guidando 4×4 di ultimissimo modello e passando da un centro commerciale all’altro mentre sterminati eserciti di lavoratori immigrati sgobbano senza sosta come forza lavoro sottopagata per dare vita a una città sempre più ricca e bella. La stessa dove i turisti finiscono per ammassarsi sulla Corniche di Doha, una passeggiata pubblica bordata di palme che si estende per 7 km fiancheggiati da hotel a cinque e sei stelle, ristoranti, negozi, spiagge e zone verdi strappate alla sabbia.
Tra di loro anche i tanti anglossassoni che vivono e lavorano nella base militare americana – una città nella città da 11mila uomini- che contribuisce a contaminare lo spirito del luogo.

Cose-da-vedere-in-Qatar

Ma forse, è proprio in queste apparenti contraddizioni il motivo del fascino del Qatar che scala il cielo in torri di acciaio ma poi protegge l’orice arabo che era praticamente estinto. Adesso questo animale timido che è all’origine del mito dell’unicorno torna a zampettare sulla sabbia. E a volare sulle fusoliere degli aerei del Qatar. Il paese nato dalla sabbia è così: estremo, paradossale e a volte provocatorio. Ma comunque tutto da scoprire.

Cose-da-vedere-in-Qatar

Cose da vedere in Qatar: le notti nel deserto

Gli abitanti del Qatar sono orgogliosi della loro scintillante e ultramoderna capitale Doha. Ma per molti di loro i cuori sono rimasti nel deserto. Ed è li che tornano di frequente così come devono fare coloro che vogliono scoprire le cose da vedere nel Qatar. Infatti ogni fine settimana, nei mesi invernali quando la temperatura lo consente, le famiglie locali stipano le loro  grandi auto con le quattro ruote motrici con attrezzatura da campeggio e viaggiano verso il cuore del deserto che occupa gran parte della estensione di questo stato del Golfo.

Cose-da-vedere-in-Qatar

Ma il deserto non è sempre uguale: a sud-ovest della capitale si incontra il fenomeno naturale, sconvolgente per noi, delle dune di sabbia che cantano. Si tratta di un curiosa circostanza per cui le grandi dune di sabbia sembrano ronzare. Tutto nasce dal rotolare incessante dei granelli di sabbia che scivolano spinti dal vento. Ma sembra un canto. Sulla costa occidentale della penisola invece si trovano enormi formazioni di roccia calcarea modellate dal vento. E il panorama spesso sembra quello della luna.
Come detto la gente del posto ama raggiungere i campi tendati nel deserto che spesso sono prenotati con mesi di anticipo: ce ne sono di diversi tipi ma sempre, hanno un minimo di tre tende: due per dormire e una che funge da salotto. Nel mezzo arde il fuoco. E sopra, infinite, le stelle nel cielo nero.

Cose-da-vedere-in-Qatar

Cose da vedere in Qatar: il mare di sabbia e d’acqua

Sfogliando la lista delle cose da vedere in Qatar, quando si parla di deserto, non si può che pensare a quello che viene chiamato Mare interno. Si trova a circa 60 km dalla capitale ed è una delle meraviglie del paese. In pratica è quello che il nome stesso dice: il mare, quello d’acqua, penetra nel deserto, ovvero il mare di sabbia. Succede in pochissimi luoghi al mondo. Ed è uno spettacolo unico, tutelato anche dall’Unesco.   Qui le dune sono enormi, scolpite ogni giorno dal vento, e il contrasto con l’acqua è sconcertante. Per arrivare occorre ovviamente un fuoristrada e soprattutto saperlo guidare. Per chi non è abituato piantarsi nella sabbia è quasi scontato. La gente del posto invece viene durante i mesi più freschi e ci sono gite organizzate che possono durare da qualche ora a anche tre giorni con il pernottamento nelle tende. Ricordate: nel deserto di notte fa freddo. Siete stati avvisati. 

Cose-da-vedere-in-Qatar

Cose da vedere in Qatar: e le info sul clima

Il Qatar ha un clima desertico secco e subtropicale. Il sole splende praticamente ogni giorno e le precipitazioni sono quasi inesistenti, con una media di circa 80 mm all’anno. E la pioggia cade solo in inverno. Le estati (da maggio a ottobre) sono torride con temperature che spesso superano di parecchio i 40° C. Gli inverni – che poi vanno da fine novembre a febbraio sono  più freschi di giorno – si viaggia intorno ai 22° – ma possono essere  freddi di notte. Il periodo migliore per visitare il Qatar è dunque  tra metà novembre e metà aprile, quando le temperature diurne sono sopportabili. potrà esserci qualche giornata nuvolosa. Ma con il caldo che fa in genere non vi darà fastidio. Anzi.

Più belle spiagge dell'Albania

Le più belle spiagge dell'Albania: la vacanza da Dhermi a Saranda

Le spiagge di Creta

Le spiagge di Creta: Elafonissi e le più belle da ovest a sud

Trackback from your site.

Giornalista professionista, è responsabile delle pagine di viaggi e turismo del quotidiano Gazzetta di Parma. Da tempo è convinto che l'unica parte spiacevole di ogni viaggio sia preparare la valigia. Ha scritto - e fotografato - per Panorama Travel, Viaggiando, That’s Italia, Corriere.it, I viaggi di Repubblica, Ilturista.info. Adora il mare della Grecia, le birre belghe, i romanzi americani e le moto tedesche.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici e rimani sempre aggiornato!