• Colmar, in francia

Colmar, in Francia: tra canali, storia e sapori d’Alsazia

Colmar, in Francia: tra canali, storia e sapori d’Alsazia

Canali, palazzi, stradine acciottolate e tanto fascino. Questo è quello che trova chi arriva in Alsazia. E scopre che a Colmar, in Francia, c’è una piccola Venezia. Colmar, capitale del dipartimento dell’Haut-Rhin è un piacevole labirinto di vie pedonali che si intrecciano con case secolari dipinte a tinte vivaci. Alcune di queste strade portano ancora il nome dei vecchi abitanti: in ognuna si concentrava il lavoro delle antiche corporazioni e mantengono intatto il loro fascino medievale. E i nomi lo ricordano: Rue des Tanneurs, la strada dei conciatori, offre grandi terrazzi sui tetti per stendere le pelli mentre Quai de la Poissonerie, il quartiere dei pescatori , si trova lungo il fiume Lauch. Proprio questa zona regala un tocco in più perché, come detto a Colmar, in Francia, si trova un po’ di Veneto: è la Piccola Venezia chiamata così per la presenza di canali. Il modo migliore per scoprire la città è gironzolare senza meta godendosi gli scorci e le sorprese che regalano le infilate di case a graticcio restaurate che si trovano in particolare lungo le vie des Clefs, des Merchandes e la Grand’Rue. Qui capirete perché Colmar viene ritenuta la città più tipicamente alsaziana e una tra le più belle di Francia.

colmar, in Francia

Tra le cose da vedere a Colmar, in Francia sicuramente c’è il museo d’Unterlinden, ricavato in un ex convento, dove si trova un capolavoro assoluto, l’Altare di Issenheim di Mathias Grünewald e una grande raccolta di pittori renani tra cui Lucas Cranach il Vecchio e Hans Holbein il Vecchio. Oltre a questo meritano sicuramente una visita la Collegiata di San Martino, la chiesa di San Matteo e la chiesa dei Domenicani anche se pure l’edilizia civile qui ha realizzato opere eccellenti.
A Colmar, in Francia, passeggiando per le strade non si potrà non restare ammirati da palazzi come la casa Adolph, del 14esimo secolo, o la Koïfhus, il più antico edificio pubblico della città. A quel tempo, ha svolto un ruolo centrale nella vita economica di Colmar. Menzionato per la prima volta nel 1370 è stato al centro della vita della città visto che da qui passavano tutte le merci dei commercianti. Un altro palazzo è la cosiddetta Casa delle teste chiamata così perché sulla facciata si trovano oltre cento teste e mascheroni.

colmar in franciaColmar, in Francia la gastronomia parla alsaziano

Colmar, in Francia, è anche uno dei centri più importanti per la gastronomia. Qui si trova il meglio del fois gras ma tra i piatti tipici ci sono anche i Baeckeofe, uno stufato assolutamente tradizionale a base di carni di manzo e maiale con patate. Ma a Colmar, in Francia, non si mangia solo bene: si beve anche. La città è un ottimo punto di appoggio da cui partire all’esplorazione della Route des Vin. E si può fare con qualunque mezzo: in bicicletta, treno, autobus o auto. Lungo i 170 km della strada del vino si possono visitare le cantine, fermarsi in piccoli borghi e scoprire panorami unici.

colmar, in francia

Colmar, in  Francia, nasce  la città della luce

Colmar ha un altro primato: è diventata la città della luce. Dal 1997 sono stati installati dei proiettori che illuminano in maniera suggestiva le strade e i palazzi. All’inizio furono circa 600 i punti luce. Ora sono 1100 e sono controllati con dei computer che dosano colori e intensità della illuminazione. In place des Martyrs gli edifici pubblici sono illuminati tutto l’anno. Per il resto della città le luminare sono organizzate il venerdì e il sabato sera.

Colmar in Francia

Gli appuntamenti: Colmar, in Francia, offre anche alcuni appuntamenti fissi durante l’anno che attirano folle di turisti. Per Pasqua nelle strade vengono allestiti dei particolari mercati molto affollati e amati dalla gente mentre a luglio si svolge il Festival internazionale di musica di Colmar: ogni anno è protagonista dell’evento un musicista o uno strumento, ma anche un paese o un aspetto di una particolare cultura. La riprova dell’interesse è che il New York Times lo ha indicato come uno dei migliori 10 festival in Europa. Infine, imperdibile, il mercato di Natale che inizia alla fine di novembre e riempie le strade di luci, bancarelle e profumi. Ogni piazza poi ha la sua caratteristica e i mercatini sono cinque: places des Dominicains, place Jeanne d’Arc, place de l’Ancienne Douane, place des 6 Montagnes Noires, e Koïfhus. Una occasione da non perdere per scoprire il vero volto di Colmar, in Francia. Una città dove si respira la storia. E si viene accarezzati dalla gioia di vivere.

Per saperne di più su Colmar e l’Alsazia clicca qui

Tour tra le spiagge e le terme di Ischia - veduta dell'isola

Tour tra le spiagge e le terme di Ischia

Strada tedesca delle fiabe

La Strada tedesca delle fiabe: consigli per un viaggio coi Grimm

Trackback from your site.

Giornalista professionista, è responsabile delle pagine di viaggi e turismo del quotidiano Gazzetta di Parma. Da tempo è convinto che l'unica parte spiacevole di ogni viaggio sia preparare la valigia. Ha scritto - e fotografato - per Panorama Travel, Viaggiando, That’s Italia, Corriere.it, I viaggi di Repubblica, Ilturista.info. Adora i salumi italiani, il mare della Grecia, le birre belghe, i romanzi americani e le moto tedesche.

One Response to “Colmar, in Francia: tra canali, storia e sapori d’Alsazia”

  • Futura

    Written on 7 Marzo 2016

    Un paesino caratteristico davvero carino! Lo stile delle case è identico a quello dei paesi danesi che mi sono rimasti nel cuore in un fantastico viaggio on the road in Danimarca. Andrò a visitarlo sicuramente!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici e rimani sempre aggiornato!