• Cose da vedere a Faro

Cose da vedere a Faro in Portogallo: il mare e la storia

Cose da vedere a Faro in Portogallo: il mare e la storia

Faro è la città più grande dell‘Algarve e la porta del Portogallo meridionale. Come buona parte delle porte però la gente la attraversa senza farci troppo caso, puntando a quello che sta oltre. Eppure questa città affacciata sulle lagune poco profonde del parco naturale di Ria Formosa è una destinazione ricca di ricchezze culturali e che può vantare su una splendida posizione. E di conseguenza ci si dovrebbe dedicare a scoprire le cose da vedere a Faro. E  non soltanto ad utilizzarla come luogo di sbarco e passaggio.

Cose da vedere a Faro

La storia di Faro è lunga e anche avvincente. I Romani la chiamavano Ossonoba e i segni del loro passaggio si avvertono ancora anche se le tracce più importanti e i monumenti imperdibili sono decisamente più tardi visto che risalgono al periodo tra il XVI e XVII secolo, raccolti nel protetto abbraccio delle mura della Città Vecchia. Faro vive sul mare, abbiamo detto, ed è molto fiera di questo retaggio e di questa cultura permeata dalla vita delle onde. Dal porto turistico, i pescherecci e le imbarcazioni da diporto percorrono i canali stretti che serpeggiano verso il mare aperto, passando oltre le zone paludose e sfiorando isole deserte. Le zone umide che queste barche attraversano sono tra gli habitat naturali più importanti d’Europa e attirano una enorme massa di uccelli marini e di animali selvatici.

Cose da vedere a Faro

Cose da vedere a Faro: mare e storia si fondono

Ma certo, anche se queste fanno parti delle attrazioni nella lista delle cose da vedere a Faro, i turisti arrivano cercando ben altro: ovvero tempo perennemente soleggiato, ampia scelta di ristoranti, file di negozi per dedicarsi allo shopping da dove poi sciamare verso i caffè che circondano il porto. Se ci si aggiungono i vicini e fascinosi campi da golf e alcune spiagge davvero splendide si capisce il fascino del luogo. E perché i turisti, ormai da anni, arrivino qui a frotte.

Cose da vedere a Faro

Quelli che decidono di passare qualche ora, o qualche giorno, esplorando le cose da vedere a Faro spesso passano buona parte del tempo passeggiando nella Cidade Velha in cui si entra per una antica porta incisa nelle mura medievali. Tuttavia in tanti si allontanano dal centro per vedere la settecentesca Igreja do Carmo e la sua facciata bicoloredove si scopre qualcosa di poco allegro dopo la visita dell’altare dorato: è la Capela dos Ossos, costruita nel 19° secolo, e rivestita con i resti di quasi 1.250 teschi di monaci e altre ossa disposte in una bizzarra simmetria che decorano le pareti e persino il soffitto a botte. Le ossa furono rimosse dal cimitero dei frati nel 1816 secondo una pratica comune in tutta l’Europa in quel tempo. E ancora oggi macabramente di moda. Ma non solo scheletri e ossari: Faro oltre che turistica è anche una città universitaria che ospita una numerosa popolazione studentesca che anima una vivace vita notturna. Se amate il silenzio potreste essere infastiditi. Chi invece vuole fare tardi si troverà a proprio agio in particolare se punterà verso la Rua do Prior e nei vicoli stretti di Rua Conselheiro Bivar e Rua Infante Dom Henrique.

Cose da vedere a Faro

Cose da vedere a Faro: la città vecchia

Abbandonata la passione macabra per gli ossari torniamo alla città vecchia che è la parte più interessante della capitale dell’Algarve. Circondato da mura medievali costruite su fondamenta romane, il borgo fortificato è  un vero e proprio libro di storia scritto con la pietra, un riassunto di un passato assai nobile ma anche parecchio turbolento. Per entrare si passa sotto un arco che risale al 19° secolo ma è in realtà è di epoca moresca: da qui per andare a scoprire le cose da vedere a Faro basta gironzolare nelle stradine acciottolate dove aleggia il profumo degli alberi d’arancio. Non temete di perdervi: tutte le strade portano dove spicca la cattedrale su un lato, mentre dall’altro, troneggia il Paço Episcopal, il palazzo dei vescovi che purtroppo però non può essere visitato.

Cose da vedere a Faro

Poco lontano si trova anche il Museu Municipal ospitato in un vecchio convento del ‘500 pieno di fascino. Si tratta del convento di Nossa Senhora da Assunção che vanta al proprio interno un bellissimo chiostro che da solo vale la visita. Il museo è ordinato cronologicamente e nelle mostre permanenti spazia dalla preistoria ai periodi romano, moresco e medievale, oltre ai secoli XVIII e XIX. I reperti romani portati alla luce nella vicina Milreu sono stranamente disposti poco lontano dalle lampade ad olio di manifattura araba a raccontare, senza parole, millenni di storie e invasioni. Il pezzo da non perdere è l’enorme mosaico romano del pavimento che rappresenta un dio Nettuno dall’aspetto feroce e che risale al III secolo d.C.  Non stupitevi se il museo è spesso affollato: si tratta di uno dei luoghi più amati dalle gite scolastiche dell’intero Portogallo. Se siete stanchi dopo la visita poi nessun problema: questo quartiere è pieno di locali dove fermarsi per una sosta e anche per un pranzo coi sapori locali.

Cose da vedere a Faro

Cose da vedere a Faro: la cattedrale che fu moschea

Dopo la pausa si può dedicare un po’ di tempo alla cattedrale che fu costruita sul sito di una moschea. La basilica fu consacrata nel tardo XIII secolo, ma i successivi rimaneggiamenti hanno aggiunto elementi gotici e barocchi: e il risultato è uno stile alternativo che qualcuno trova un po’ confuso. D’altra parte la sua quasi totale distruzione, nel 1596 dopo un attacco degli inglesi, non ha certo aiutato.

L’interno forse è meglio se amate le architetture molto ricche: il colpo d’occhio è attirato dai pannelli di azulejos e dalla Capela de Nossa Senhora dos Prazeres, una cappella piena di sculture in legno dorato e laccato e marmo intarsiato. Prendetevi del tempo se amate le stranezze anche per riflettere sui motivi per cui l’organo settecentesco della chiesa porta incomprensibili decorazioni in stile cinese. Poi salite sul campanile da cui si gode una splendida vista sulla città e sull’estuario e godetevi il volo dei gabbiani che vi sfiorano strillando.

Cose da vedere a Faro

Cose da vedere a Faro: in crociera nel parco naturale

Palazzi, chiese, musei: le cose da vedere a Faro sono molte ma forse la parte migliore è quella naturale ovvero il Parque Natural da Ria Formosa. Si tratta di una riserva naturale che segue appunto il Ria Formosa e circa 60 km di costa da Praia de Faro a Cacela Velha raccogliendo 18.000 ettari di lagune e paludi, saline, isole e canali. Questi, a loro volta, sono riparati dalla furia del mare aperto da una catena di isole che funzionano come una barriera – in effetti, si tratta di enormi dune di sabbia scolpite dal vento. Questo ecosistema prezioso è ovviamente ora protetto e costituisce uno degli habitat di zone umide più importante in Europa.

Cose da vedere a Faro

Diverse crociere turistiche partono ogni giorno da Faro e visitano le acque della laguna fino a Ilha Deserta attraversando un ambiente brulicante di avifauna dove i fenicotteri zampettano nell’acqua bassa senza timore. Ilha Deserta nonostante il nome non è del tutto deserta: c’è anche un ristorante dove si mangia avvolti da lunghe strisce di sabbia e il panorama è memorabile. Sulla terraferma, si dipanano sentieri naturalistici e piste ciclabili che passano attraverso pinete, laghi e sfiorano campi da golf di livello mondiale. Se siete appassionati di ornitologia questo è il posto che fa per voi.

Cose da vedere a Faro

Cose da vedere a Faro: le vestigia dei Romani

Dopo il mare,  la storia: a poco più di dieci chilometri a nord di Faro si trova Milreu, uno dei siti romani più importanti dell’Algarve. Si trova su una collina circondata da aranceti e al centro spiccano i resti, che risalgono al 1° o 2° secolo d.C. di quello che un tempo fu una enorme villa di qualche ricchissimo personaggio come testimoniano le dimensioni dei luoghi e la ricchezza delle decorazioni. I pavimenti portano ancora le tracce di mosaici che spesso raccontano storie di mare e di navigazione. Due colonne di marmo sono tutto ciò che rimane del colonnato che sosteneva il tetto della villa, anche se i suoi contrafforti cilindrici sono ancora evidenti. Molto più visibili sono le grandi mura di un tempio in rovina che fu una basilica cristiana, probabilmente, intorno al V secolo. Il centro visitatori adiacente mostra una serie di reperti ma i manufatti più preziosi e interessanti sono ospitati nel Museu Municipal di Faro.

Cose da vedere a Faro

Milreu si trova appena fuori dal tranquillo paesino di Estói. Il suo ritmo assonnato e il suo carattere tradizionale sono  evidenti da subito, ma il borgo può vantare una notevole attrazione turistica, il Palacio de Estói. Costruito a metà del 19° secolo, il palazzo rococò era l’ex residenza di un ricco proprietario terriero ed è ora una splendida pousada. Mentre i non residenti possono mangiare al ristorante, il resto della proprietà è accessibile solo agli ospiti – tranne i giardini  che sono aperti al pubblico.

Cose da vedere a Faro

mostra di Picasso a Milano

La mostra di Picasso a Milano: le Metamorfosi a palazzo Reale

spiaggia di Parigi

La spiaggia di Parigi: d'estate sulla Senna si prende il sole

Trackback from your site.

Giornalista professionista, è responsabile delle pagine di viaggi e turismo del quotidiano Gazzetta di Parma. Da tempo è convinto che l'unica parte spiacevole di ogni viaggio sia preparare la valigia. Ha scritto - e fotografato - per Panorama Travel, Viaggiando, That’s Italia, Corriere.it, I viaggi di Repubblica, Ilturista.info. Adora il mare della Grecia, le birre belghe, i romanzi americani e le moto tedesche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici e rimani sempre aggiornato!