• Cose da vedere in Bretagna

Cosa vedere in Bretagna: le città, i villaggi da Dinan a St Malo

Cosa vedere in Bretagna: le città, i villaggi da Dinan a St Malo

Circondata dal mare e resa particolare dalla sua cultura e dal carattere unico dei suoi abitanti, che non a caso ci tengono al loro lingua di origine celtica – la Bretagna è una tra le regioni più belle della Francia. E una di quelle che devono essere assolutamente visitate. Chiunque intraprenda un viaggio per scoprire cosa vedere in Bretagna si renderà conto che è una continua scoperta di villaggi di pescatori nascosti in baie lungo la costa atlantica mentre poco lontano, appena nell’interno, la campagna verdissima è punteggiata da paesi che sembrano cambiati assai poco negli ultimi secoli e da castelli perfetti per ambientarci una fiaba.

Il paesaggio poi è assolutamente vario e spazia dalle brughiere spettinate dal vento alle grandi foreste incontaminate che arrivano a poca distanza da lunghe a spiagge sabbiose e scogliere che si tuffano in verticale nel mare. Una natura così particolare e dura non poteva che influenzare la fantasia dei suoi abitanti e infatti questa è una terra di miti, leggende e saghe che risalgono alla cultura celtica che qui è profondamente radicata. E anche la cucina vive una vita tutta propria tanto che persino le crepes qui si chiamano “galette” e sono diverse da quelle che mangi nelle brasserie di Parigi visto che sono salata e fatte con grano saraceno.

Ma soprattutto sono le tradizioni e le manifestazioni della cultura ad essere differenti e speciali: qui si celebrano ancora usanze antiche, come le “indulgenze”, un tipo speciale di pellegrinaggio durante il quale i cittadini (vestiti in costumi d’epoca) chiedono perdono per i propri peccati e partecipano a una celebrazione speciale.

vedere in Bretagna

Cosa vedere in Bretagna: il clima e quando andare

La splendida costa è al primo posto nella lista di cosa vedere in Bretagna e al centro dell’attenzione stanno da sempre le spiagge sabbiose e le sue insenature, le scogliere e le isole. Tuttavia, come detto, la regione vanta anche incantevoli villaggi medievali e antichi siti archeologici e i turisti troveranno molte alternative al semplice crogiolarsi sulla spiaggia.

Dove tra l’altro, si corre il rischio di essere schiaffeggiati dal vento e maltrattati dalla pioggia. Il clima della Bretagna infatti è mite ma le piogge sono molto frequenti. Nei mesi estivi le temperature possono raggiungere i 30° C mentre i mesi invernali sono umidi e miti con temperature medie diurne che raggiungono i 6° C. Insomma, non si corre troppo il rischio di avere freddo ma è facile trovarsi bagnati soprattutto in primavera e autunno quando il clima è molto variabile.

Cose da vedere in Bretagna

Alcuni dei migliori hotel e ristoranti della Bretagna sono chiusi durante i mesi invernali, quindi il periodo migliore per visitare va da aprile a ottobre anche se è sempre meglio evitare agosto e il periodo della festa nazionale francese, perché la regione è spesso sovraffollata e i prezzi esplodono. In ogni caso, qualunque sia il tipo di viaggio che intendete fare per scoprire cosa vedere in Bretagna, portatevi una giacca a vento. Sarà più facile affrontare il capriccioso clima della costa.

Cose da vedere in Bretagna

Cose da vedere in Bretagna: i luoghi della preistoria

Mare, tradizioni, natura ma anche preistoria. La Bretagna offre tutto questo e il centro per cogliere tutte queste suggestioni in una volta è certamente Carnac. Questo perchè con i suoi megaliti preistorici perfettamente allineati che risalgono allo stesso periodo di Stonehenge in Inghilterra, Carnac è ​​una tappa obbligatoria per chi voglia provare a comprendere, o almeno ad intuire, il passato delle Bretagna.

Migliaia di pietre, i famosi menhir, furono scavate nella roccia locale ed erette dal popolo pre-celtico della Bretagna tra il 3000 e il 4000 a.C. durante il periodo Neolitico, per ragioni che rimangono misteriose anche se molti ritengono si trattasse di un luogo deputato alla celebrazione di culti. A parte questo sito, però,  anche la città merita di essere vista. Anzi le città: Carnac è divisa infatti in Carnac-Ville, il centro storico, dove si trova una chiesa storica del XVII secolo e il Museo della Preistoria, ricco di manufatti, e Carnac-Plages, una località balneare sulla baia di Quiberon, con grandi spiagge sabbiose e tutto quello che serve per godersi il mare.

Proseguendo il nostro itinerario tra le cittadine delle regione e tra le cose da vedere in Bretagna prevediamo certamente una sosta ad Auray, una città affascinante e piena di vita con strade acciottolate e storiche case a graticcio, noto in particolare per il suo porto estremamente pittoresco, Saint Goustan. Il porto servì da importante sito di scambi dal 1600 al 1800, accogliendo anche Benjamin Franklin che arrivò a Saint Goustan nel 1776 per sollecitare l’appoggio dei francesi nella Guerra d’Indipendenza americana. Al giorno d’oggi, è un porto da diporto piacevole con un’abbondanza di ristoranti e bar in cui godere pasti piacevoli e lente soste. Ci sono regolarmente fiere del libro e dell’artigianato e un festival annuale di ostriche che si svolge lungo le banchine.

Cose da vedere in Bretagna

Cose da vedere in Bretagna: i bastioni di Dinan

Una delle cittadine medievali meglio conservate della Bretagna, Dinan è una città affascinante che merita sicuramente una visita. Si può camminare lungo i suoi imponenti bastioni di 3 km o scalare la torre di Santa Caterina per una splendida vista sulla valle sottostante. Un panorama altrettanto sorprendente può essere trovato una volta sfidando i 158 gradini della Tour de l’Horloge  nel centro storico, caratterizzato da incantevoli stradine pedonali e case a graticcio. La città è definita Ville d’Art et d’Histoire e incoraggia artisti locali, artigiani e tradizioni culinarie locali, che si possono trovare sul mercato ogni giovedì mattina a place du- Guesclin, la piazza cittadina che prende il nome da un cavaliere del XIV secolo.

Ma se invece di una città volete camminare avrete la vostra sfida: in questa zona si sviluppa uno dei percorsi più belli di Francia, il Sentier des Douaniers,  chiamato anche  GR34, che corre per quasi 1800 chilometri lungo la costa della Bretagna. Il percorso inizia a Mont-Saint-Michel in Normandia e continua tutt’intorno alla costa fino a raggiungere Arzal, nel Morbihan. Dune e spiagge, promontori rocciosi, fari e forti: non c’è nulla che questo bellissimo sentiero non abbia. È difficile scegliere i punti migliori ma sicuramente alcuni tra i tratti più mozzafiato e romantici si trovano intorno a Monts d’Arrée e alla penisola di Crozon.

Cosa vedere in Bretagna

Cosa vedere in Bretagna: la bella Locronan

Proseguiamo il viaggio alla scoperta delle cose da vedere in Bretagna e arriviamo a Locronan. Che non a caso è stato riconosciuto come uno dei borghi più belli di Francia grazie alla sua eleganza data dalla presenza di splendide case in granito di epoca rinascimentale perfettamente conservate tanto che qui hanno girato numerosi film in costume.

Ma non solo bellezza: qui si respira un’aria magica.   Locronan è  la patria della leggenda di Saint Ronan, da cui prende il nome la città. La tradizione locale sostiene che Ronan fosse un vescovo irlandese venuto a fondare un eremo (appunto un “loc” in lingua bretone) e la chiesa di San Ronan che ospita oggi le sue reliquie rimane un luogo di pellegrinaggio molto importante.

Cosa vedere in Bretagna

Abbiamo parlato di leggende: e  quale è la saga più famosa se non quella di Re Artù? Per viverne i luoghi e le atmosfere occorre arrivare a Paimpont, una cittadina circondata da un’antica foresta, che è  anche il punto di partenza perfetto per esplorare la leggendaria foresta di Brocéliande che era presumibilmente la dimora di Re Artù e del mago Merlino.

Molti sentieri conducono dalla città alla foresta e ognuno meriterebbe di essere percorso con calma. Ma se avete poco tempo e volete vedere qualcosa di imperdibile allora scegliete quelli che portano all’Abbazia della città, fondata nel 1199, e che è stata costruita sul sito  di un monastero del settimo secolo, proprio sulla riva di  un lago.

Cosa vedere in Bretagna

Dal lago al mare sulla costa di granito

Dal lago al mare: e la prossima sosta è a  Ploumanac’h. Si tratta di un piccolo villaggio, ma assai celebre, perché si trova lungo la  splendida costa di granito rosa lungo che forma il lato nord della Bretagna. Grazie a questa posizione è diventata una località turistica-balneare e il punto di attrazione è dato dalle  imponenti formazioni rocciose di granito rosa che formano un panorama unico, quasi fosse stato scolpito da un gigante con il vecchio faro che sovrasta la città dall’alto. Al tramonto la costa qui assume un colore straordinario e questo spiega perché questo tratto di costa sia tutelato e attiri ogni anno oltre un milione di visitatori.

Cosa vedere in Bretagna

La strada è ancora lunga: e l’elenco delle destinazioni di vedere in Bretagna prosegue. La prossima meta è Pont-Aven, nella zona del Finistère, nel nord-ovest della regione:  Pont-Aven è piccolo paese sul fiume omonimo che ha conquistato una celebrità mondiale grazie all’arte. Il paese è a due passi dall’estuario dove le maree si fanno sentire e dove da sempre hanno funzionato una serie di mulini diventati, a loro insaputa, delle icone.

A partire dal 1860 si insediò un gruppo di artisti, guidati da Gauguin e con Bernard, Sérusier e Maufra, che diedero vita a  quella che divenne nota come la Scuola di Pont-Aven. Gli artisti abitavano nella stessa pensione e ogni giorno andavano nel bois d’Amour a dipingere gli scorci e i mulini. Le tradizioni artistiche, da allora, non si sono perse, tanto che ancora oggi esiste una scuola artistica e sono attive molte gallerie. Lo splendido scenario raffigurato nelle opere di Gauguin può essere goduto in una passeggiata lungo il fiume o sulla Promenade des Moulins, accanto ai restanti mulini a vento della città. Ad agosto, c’è una festa dei fiori che celebra le numerose tradizioni bretoni.

Cosa vedere in Bretagna: i fiori di Rochefort-en-Terre

Ancora fiori: ma in una altra località. Situato nella regione del Morbihan occidentale della Bretagna, Rochefort-en-Terre è stato  insignito del titolo di uno dei borghi più belli della Francia e per  questo deve dire grazie ad un pittore americano, Alfred Klotz, che acquistò e ristrutturò il castello medievale della città nel 1907.

L’artista incoraggiò anche l’esposizione dei fiori nella città, una tradizione che continua ancora oggi e accresce il fascino del villaggio che ha comunque un aspetto più che suggestivo grazie agli edifici in legno che si alternano i palazzi in pietra di epoca rinascimentale. In più, la chiesa della città, Notre-Dame-de-la-Tronchaye, si trova su una collina e ovviamente tra le sue antiche pietre ospita l’eco di una delle tante leggende che rendono unica la Bretagna.

Cosa vedere in Bretagna

Arriviamo ora a Roscoff, sulla penisola che si protende nella baia di Morlaix, sulla costa settentrionale della Bretagna, Roscoff è una città balneare particolarmente  affascinante e molto amata dalla gente della regione che la definisce una delle piccole città con un grande carattere. E’ bello passeggiare sulle rive del porto e visitare le vicine spiagge anche se il vero tesoro è il  suo  centro storico che ha mantenuto l’aspetto del passato con edifici del sedicesimo e diciassettesimo secolo sorti quando questo era una delle cittadine più ricche grazie alla attività del porto.

Appena al largo della città, alla distanza di una breve corsa in barca, si trova la piccola isola di Batz (si pronuncia “ba”). E’ un gioiellino: non ci sono automobili, e la pace regna sovrana. Si viene qui se si cerca un rifugio idilliaco con spiagge tranquille e un ricco giardino botanico, il Jardin Exotique Georges Delaselle, creato tra il 1897 e il 1937 da un uomo d’affari parigino.

Cosa vedere in Bretagna

Cosa vedere in Bretagna: e infine Saint Malo.

Con una splendida posizione che la rende simile ad un vascello di pietra che sta per prendere il largo verso l’oceano,  Saint-Malo è una delle destinazioni più popolari in Bretagna. E non stupisce che sia così. La sua cinta muraria è ancora integra e potente e  la città spunta  fiera dai suoi bastioni che sovrastano lunghe spiagge e il porto ancora molto attivo.

Proprio il porto ne ha condizionato la storia:  rinata più bella di prima dopo le distruzioni della Seconda guerra mondiale, Saint Malo è stato il ricovero delle navi commerciali ma anche dei corsari durante il XVII e il XVIII secolo. E la loro ricchezza ottenuta saccheggiando le navi degli inglesi rese ricca la città come si comprende bene passeggiando per le stradine del centro, oltre le mura.

Voi guardatevi in giro e godetevi la bellezza delle sue case e poi concedetevi una sosta doverosa in uno dei locali di  place Chateaubriand. Poi, tenendo  conto delle maree, raggiungete il forte collegato da una striscia di sabbia che compare e scompare e lasciate andare lo sguardo sul blu. Prima o poi arriverà il momento di andare ad assaggiare il sapore del mare in uno dei tanti ristoranti che propongono crostacei e pesce appena pescato. Ma prima ascoltate il vento.  Dalle onde vi sembrerà di sentire cantare una antica ballata che racconta di re, marinai ed eroi gaelici.

 

 

Viaggio in Colombia

Viaggio in Colombia tra Bogota, Medellin e la Zona Cafetera

Downtown di New York

Downtown di New York: le cose da vedere da Soho al Greenwich

Trackback from your site.

Giornalista professionista, è responsabile delle pagine di viaggi e turismo del quotidiano Gazzetta di Parma. Da tempo è convinto che l'unica parte spiacevole di ogni viaggio sia preparare la valigia. Ha scritto - e fotografato - per Panorama Travel, Viaggiando, That’s Italia, Corriere.it, I viaggi di Repubblica, Ilturista.info. Adora il mare della Grecia, le birre belghe, i romanzi americani e le moto tedesche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici e rimani sempre aggiornato!