• guida di Albuquerque in New Mexico

La guida di Albuquerque in New Mexico: indiani e cibo piccante

La guida di Albuquerque in New Mexico: indiani e cibo piccante

La città più grande del New Mexico è stata descritta come un luogo sospeso, con un piede nel passato, uno nel presente ma soprattutto gli occhi fissi sul futuro. E anche se sembra uno slogan sbrigativo riassume in una frase il senso di questa città multiculturale, famosa un tempo come terra di frontiera piazzata sulle pianure desertiche accanto al Rio Grande e che ora si è creata una nuova vita grazie alle sue strutture di ricerca ad alto contenuto tecnologico ma sempre sentimentalmente orgogliosa del suo centro storico. Dove convivono musei, gallerie e centri commerciali intervallati da onnipresenti ristoranti specializzati in cibo piccante.
La guida di Albuquerque in New Mexico vi racconterà che qui si vive con uno stile decisamente molto rilassato e che la divisa della gente di qui è perennemente pantaloni sportivi e t-shirt mentre tutti, prima o poi, vi diranno che è normale che sia così quando si vive in una “polverosa città di provincia”. Ma non credeteci: perché di cose da vedere e fare ce ne sono malgrado il tono sbrigativo dei suoi abitanti.

guida di Albuquerque in New Mexico

La guida di Albuquerque in New Mexico: i coloni spagnoli

Albuquerque è nata nel 1706 quando un gruppo di coloni spagnoli decise che quell’ansa del Rio Grande, a due passi dai pendii boscosi dei vicini Monti Sandia, sarebbe stato il posto giusto per fare nascere un insediamento. Non avevano torto: l’acqua per l’irrigazione e il legno per l’edilizia erano abbondanti, gli indiani che vivevano nei vicini pueblos non erano per nulla ostili. Anzi, si dimostrarono da subito disposti a commerciare. La nuova città, in un primo momento solo un grumo di case di legno intorno ad una piccola chiesa di mattoni fatti di paglia e argilla, venne battezzata con il nome del decimo duca spagnolo di Albuquerque. Oggi quella chiesa intitolata a San Filippo  Neri si trova nel centro della parte storica della città, il fulcro di vari eventi e manifestazioni e rappresenta uno dei motivi di attrazione per chi arriva da fuori ma pure per la gente della zona che riconosce questa parte antica come il cuore della città nata sulla mesa.

guida di Albuquerque in New Mexico

Qualunque guida di Albuquerque nel New Mexico vi ricorderà infatti che questa città, che si trova a oltre 1600 metri di altezza, oltre ad essere più grande città dello stato è tra le più alte aree metropolitane in Nord America. Magari enfatizzando gli aspetti legati a questo unico contesto naturale e glissando sul fatto che intorno a questi placidi panorami dal 1940 si lavora alla ricerca dell’infinitamente piccolo e che si trovano ancora i più importanti laboratori di ricerca dedicati allo studio delle armi nucleari. Ma non è certo per le bombe che si viene qui: piuttosto ciò che attira è il mix etnico che si riflette nello stile delle architetture, nelle feste popolari e nei gusti del cibo che ricordano che questa città ha miscelato la cultura del sud degli States (o del nord del Messico, se preferite) fondendola con i retaggi delle tradizioni di almeno ventidue tribù di nativi americani (ciascuna con un proprio linguaggio tradizionale, costumi e stili di vita diversi). Quello che ne è nato è lo spirito del luogo di una città particolare come Albuquerque.

guida di Albuquerque in New Mexico

La guida di Albuquerque in New Mexico: il mondo dall’alto

Uno delle più celebri attrazioni che propone Albuquerque si svolge solo solo una volta all’anno: ogni ottobre qui viene organizzata l’International Balloon Fiesta che attira appassionati da ogni dove che vengono ad ammirare lo splendido spettacolo di centinaia di mongolfiere che volano portate dal vento sui cieli blu del New Mexico. Per più di una settimana, i cieli dal mattino alla sera pullulano di colori e al tramonto il blu scuro si riempie dei bagliori dei bruciatori che gonfiano di aria calda i grandi palloni. Gite in mongolfiera e decine di altri eventi completano la festa.

guida di Albuquerque in New Mexico

Ma se questo accade solo a ottobre il mondo visto dall’alto si può godere anche in altri periodi: basta infatti salire sulla funivia che sale sulla vetta, a oltre 3000 metri, delle Sandia Mountains per godere di una vista a volo d’uccello di uno scenario davvero spettacolare si un panorama di centinaia di miglia intorno. Sulla vetta poi ci sono occasioni di divertimento per i più sportivi con sentieri per passeggiate e gite in bici ma anche luoghi di ristoro.

La guida di Albuquerque in New Mexico: le cose da vedere

Una volta tornati in città sono diverse le cose che si possono fare e basta scorrere la guida di Albuquerque in New Mexico per trovare quello che ci può interessare: per chi, ad esempio, ama ricostruire il passato, sono due gli indirizzi da non perdere. Il primo è il Museo di scienze e storia naturale del New Mexico che raccoglie una sintesi della antica storia geologica della zona esponendo anche diversi scheletri di dinosauri e mostrando avvincenti proiezioni. Al Petroglyph National Monument invece, al margine occidentale della città, si trova questo enorme museo all’aperto realizzato per proteggere quasi 25.000 immagini scolpite nella roccia vulcanica da alcuni dei primi abitanti del continente americano. Come detto si visita camminando sotto il sole e la maggior parte dei graffiti sono accessibili tramite comodi sentieri escursionistici.

guida di Albuquerque in New Mexico

Il centro visitatori offre poi un supporto di tipo divulgativo ed educativo per i bambini. Proseguendo la nostra guida di Albuquerque in New Mexico per forza occorre indicare una visita al centro culturale sulla vita degli indiani che per migliaia di anni hanno abitato questa zona. Molti di questi luoghi sono perduti ma l’Indian Pueblo Cultural Center che si trova a circa tre km a nord del centro storico celebra ancora queste culture con un museo ma anche organizzando eventi culturali, conferenze, workshop e visite guidate. Infine citiamo una visita al Museo di arte e storia della città di Albuquerque che cerca di ricostruire il passato del territorio con oggetti e testimonianze di 400 anni. Ci sono reperti della colonizzazione europea nel sud-ovest del continente oltre a armature spagnole, sculture in legno e opere d’arte più o meno degne di nota.

La guida di Albuquerque in New Mexico: la Route 66

Infine un doveroso omaggio si deve rendere alla mitica Route 66 che passava proprio da Albuquerque come raccontano ancora i vecchi neon e le insegne che si trovano lungo la Central Avenue. La strada storicamente attraversava tutta la città passando per il centro storico e il quartiere degli affari, e proseguendo verso est attraverso l’Università del New Mexico e il quartiere alla moda di Nob Hill, dove troverete molti dei migliori ristoranti, negozi e boutique caratteristiche della città.

guida di Albuquerque in New Mexico

La guida di Albuquerque in New Mexico non sarebbe completa senza citare che qui c’è ampia scelta di locali e ristoranti dove sperimentare la tipica cucina piccante che risente ovviamente delle influenze del sud: nei menu troverete peperoncini verdi in salsa piccante, enchiladas, burritos e sopaipillas farcite (dolci fritti). Ma poi la sorpresa: si beve anche il vino grazie ad un lascito dei missionari spagnoli che hanno piantato vigne qui 150 anni prima che l’uva sbarcasse in California. I vini locali sono solo un altro esempio di una città che non smette mai di sorprendere anche e soprattutto grazie alla genuinità della gente. Questo è vero in tutto lo stato del New Mexico, ma in Albuquerque lo si nota particolarmente grazie anche al fatto che la gente ha tratto il meglio dalla propria sintesi tra eredità spagnola, quella dei nativi americani, degli asiatici e degli occidentali. Tutta questa miscela di culture è forse la cosa che colpisce di più e rende ancora più interessante una visita di Albuquerque.

cosa fare e vedere a Edimburgo

Cosa fare e vedere a Edimburgo la capitale della Scozia

Guida di Manama la capitale del Bahrain

Guida di Manama la capitale del Bahrain

Trackback from your site.

Giornalista professionista, è responsabile delle pagine di viaggi e turismo del quotidiano Gazzetta di Parma. Da tempo è convinto che l'unica parte spiacevole di ogni viaggio sia preparare la valigia. Ha scritto - e fotografato - per Panorama Travel, Viaggiando, That’s Italia, Corriere.it, I viaggi di Repubblica, Ilturista.info. Adora i salumi italiani, il mare della Grecia, le birre belghe, i romanzi americani e le moto tedesche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici e rimani sempre aggiornato!