• Cose da fare e vedere a Girona in Spagna

Cose da fare e vedere a Girona in Spagna

Cose da fare e vedere a Girona in Spagna

Girona. Girona e il suo aeroporto. E’ la prima associazione che di solito scatta quando si sente nominare la città spagnola e, in genere, interessa più che altro chi è diretto verso altre destinazioni. Barcellona, per esempio. Eppure Girona è molto più di uno scalo aeroportuale. E’ un centro sorprendentemente ricco di fascino, tra monumenti romani, atmosfere arabeggianti e testimonianze di storia ebraica. E’ la meta perfetta per chi ama l’arte e la natura. La sua posizione tra i Pirenei e la costa, a metà tra mare e montagna, la rende ideale per gli escursionisti e per chi ama tutte quelle tradizioni enogastronomiche in cui i sapori del mare incontrano quelli della montagna. L’elenco di cose da fare e vedere a Girona in Spagna, insomma, è davvero lungo.

Cose da fare e vedere a Girona in Spagna

Cose da fare e vedere a Girona in Spagna: tra arte e storia

Il nucleo originario di Girona mostra con fierezza le tracce delle sue antichissime origini: la città catalana fu infatti fondata nel I secolo a.C. dai Romani, a cui si deve anche la creazione della Vecchia Muraglia, i cui resti vanno dal Paseo Arqueológico fino ai Giardini della Muraglia. Il centro storico, il Barri Vell, spicca sulla cima di una collina, lungo il fiume Onyar. E’ attraversato da una serie di ponti pedonali che lo collegano alla zona commerciale, la parte più nuova e moderna della città. Il Pont del Pedra sull’Onyar, tra l’altro, è uno dei posti migliori (insieme al Campanile di Sant Feliu) per godersi il panorama di Girona vista dall’alto. Carrer de la Força, che oggi è una stretta viuzza di ciottoli, all’epoca dei Romani faceva parte della Via Augusta che collegava Roma alla Spagna e che, dal X al XV secolo, è stata la via principale verso uno dei più importanti quartieri ebraici d’Europa.

Cose da fare e vedere a Girona in Spagna

Cose da fare e vedere a Girona in Spagna: il quartiere ebraico

I segni della presenza della civiltà giudaica sono ancora oggi evidenti. Un tempo nel quartiere ebraico vivevano 150 famiglie; a partire dal XII secolo, infatti, agli ebrei – perseguitati dai cristiani – fu interdetto l’accesso ad alcune aree del centro storico. Nel 1492, poi, furono Isabella di Castiglia e Ferdinando II di Aragona, con l’Editto di Alhambra firmato a Granada a decretare l’espulsione degli ebrei dal regno di Spagna. Le loro abitazioni furono saccheggiate e il quartiere smantellato, anche se oggi alcuni palazzi sono stati recuperati.
Tra le cose da fare e vedere a Girona in Spagna,  c’è sicuramente una visita al Centro culturale ebraico Bonastruc Ça Porta e al Museo di storia ebraica, per conoscere più da vicino la storia di questa piccola comunità.
Attorno all’antico nucleo abitato, dove sorge il Museo, si dipana una fitta rete di vicoli e vicoletti che un tempo costituivano il quartiere ebraico, che comprendeva una sinagoga e diversi centri di studi cabalistici. Alcuni palazzi sono stati recuperati ma sono solo piccole tracce di quel passaggio. Tuttavia tra i vicoli regna ancora un’atmosfera suggestiva, densa di fascino storico e merita sicuramente una visita. Tra le cose da vedere, nella zona ebraica di Girona, le antiche Plaça del Vi (dove si svolgeva il mercato del vino) e Plaça de l’Oli (il mercato dell’olio), da cui è possibile ammirare alcuni gioielli architettonici degni di nota e palazzi medievali molto ben conservati, come la Fontana d’Or.

Per gli appassionati d’arte, nella lista di cose da fare e vedere  a Girona in Spagna, non può mancare una visita al Girona Art Museum. Ospitato nell’antico Palazzo Episcopale, vanta una collezione di oltre 13 mila opere, dall’epoca romanica al Barocco, dal Gotico al Rinascimento, fino XX secolo: è una delle più ricche e importanti di tutta la Catalogna.

Cose da fare e vedere a Girona in Spagna

Cose da fare e vedere a Girona in Spagna: la Cattedrale di Santa Maria

Tra le cose da vedere a Girona c’è la Cattedrale di Santa Maria, connubio suggestivo di arti e culture: la facciata è barocca, mentre l’interno è un austero stile gotico; all’esterno, il chiostro e la torre restano a testimonianza dell’antica chiesa romanica su cui la cattedrale è stata costruita.
Una piccola curiosità: osservando la parete esterna della chiesa, vicino alla Torre di Carlo Magno, non si potrà fare a meno di notare un doccione in pietra con sembianze umane, conosciuto come la Strega della Cattedrale. Secondo la leggenda si tratta di una fattucchiera, una donna di Girona dedita alla stregoneria, trasformata in pietra dalla volontà divina come punizione per aver lanciato delle pietre contro il tempio e poi collocata nella facciata della cattedrale dai suoi stessi concittadini.
Da vedere, l’Arazzo della Creazione custodito all’interno della basilica. Risale all’XI secolo ed è il più prezioso tesoro artistico della città, straordinario esempio tessile del romanico catalano.

Fábrica Teixidor

Cose da fare e vedere a Girona in Spagna: la città moderna

Una volta attraversato il fiume e ci si trova sulla riva opposta a quella del Barri Vel, nella zona più nuova di Girona, dove i protagonisti sono i palazzi moderni, come la celebre Fábrica Teixidor e la casa de la Punxa. Eppure non mancano, come segnalibri posizionati a d’uopo a ricordare le antiche origini, palazzi medievali ed esempi di architettura gotica, come l’ospedale di Santa Caterina, tappa obbligata sulla strada per Paseig Devesa.
Tra le cose da fare e vedere a Girona in Spagna, non può mancare una visita al Parco Devesa: è uno dei più frequentati, in tutte le stagioni. La vegetazione è talmente varia e rigogliosa da regalare splendidi paesaggi naturalistici e l’ombra perfetta per una sosta rilassante.

Cose da fare e vedere a Girona in Spagna

Cose da fare e vedere a Girona in Spagna: il Museo del Cinema e le passeggiate

Per gli appassionati cinefili, tra le cose da vedere a Girona non può mancare il Museo del Cinema, che vanta una delle più ricche collezioni al mondo di oggetti utilizzati sui set. I pezzi provengono in larga parte dalla collezione privata del regista Tomas Mallol, che in tanti anni di carriera raccolse spezzoni di film, pellicole, oggetti e apparecchiature utilizzati durante le riprese. Il Comune di Girona decise di acquistarla nel 1998 dando via al Museo. Tra i cimeli esposti, la lampada da tavolo del Café di Rick in cui Ingrid Bergman si trova a Casablanca e gli stivali di pelle sgualciti indossati dal mito James Dean in Gioventù bruciata.  Tra le cose da fare e vedere a Girona, in Spagna,  non può mancare una passeggiata sulla Muraglia, il cordolo di mura che circonda il Barri Vell, il nucleo del centro storico. Da lì si può osservare il cuore la città, ma anche godere di una splendida vista sulle vette dei Pirenei.

cose da fare e vedere a Girona, in Spagna

Tra le cose da fare e vedere  a Girona in Spagna,  c’è sicuramente una piccola sosta in Piazza dell’Indipendenza, luogo di ritrovo storico e cuore della “movida” della città, appena fuori dal centro storico. Lì abbondano localini, tapas bar, ristoranti, discoteche e negozi per lo shopping. Ci si può fare colazione oppure fermarsi per una pausa dopo la visita alla città; ci si può pranzare ma anche divertire all’ora dell’aperitivo oppure dopo cena, per concludere la serata. Comunque la si desideri vivere è sicuramente una tappa obbligata. Prima di partire, magari,  per una piacevole esplorazione della Costa Brava e delle altre imperdibili località intorno a Barcellona.

vedere a Segesta e Selinunte, i templi di Sicilia

Cosa vedere a Segesta e Selinunte, i templi di Sicilia

Cosa vedere e quali spiagge a Leros, nel Dodecaneso

Cosa vedere e quali spiagge a Leros nel Dodecaneso

Trackback from your site.

Giornalista professionista, è responsabile delle pagine di viaggi e turismo del quotidiano Gazzetta di Parma. Da tempo è convinto che l'unica parte spiacevole di ogni viaggio sia preparare la valigia. Ha scritto - e fotografato - per Panorama Travel, Viaggiando, That’s Italia, Corriere.it, I viaggi di Repubblica, Ilturista.info. Adora i salumi italiani, il mare della Grecia, le birre belghe, i romanzi americani e le moto tedesche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici e rimani sempre aggiornato!