Guida della Florida: cosa vedere da Miami a Orlando fino a Key West

Guida della Florida: cosa vedere da Miami a Orlando fino a Key West

Ci sono le città-icona come New York e Los Angeles, certo. Ma pensando ad uno stato degli Usa difficilmente si trova un luogo come la Florida. Che, solo con il proprio nome, riesce ad evocare cosi tante immagini. Già, perché anche solo aprendo la guida della Florida ecco lo scintillio dei parchi divertimenti – e basta citare Disneyworld e Universal Studios Florida – oppure la magia sempre nuova di Miami. E ancora: le distese di spiagge – da quelle deserte o quasi a quelle modaiole e di lusso- e l’immagine di un paese sempre baciato dal sole. Ma anche uno stato ricco di natura con il Parco nazionale delle Everglades e la distesa di isole delle Keys nella sua punta inferiore.

E poi hotel  multistelle e navi da crociera, la sede da dove si è sognato l’uomo nello spazio -ovvero il Kennedy space center di Cape Canaveral e mille altre attrazioni. Con una unica accortezza: ricordatevi che la capitale dello stato non è Miami come molti pensano. Ma la piccola Tallahassee. Ha solo 181mila abitanti ed è anche il capoluogo della Contea di Leon.

Guida della Florida,  ovvero lo stato della primavera

Questo stato, come sta scritto sulle targhe delle auto e in ogni guida della Florida, è chiamato the Sunshine State e questo spiega gran parte del suo successo. Qui è estate praticamente tutto l’anno, le temperature sono quasi sempre perfette, la gente del posto non nega mai un sorriso ci sono un sacco di cose da fare.

Non a caso, da decenni, gli americani in pensione sognano di trasferirsi da queste parti per giocare a golf, andare in spiaggia, vivere in quartieri di villette tranquille magari affacciate su un canale, con la barca ormeggiata sotto la finestra. Ma nello stesso tempo è anche un paradiso per i maniaci della movida: basta pensare a South Beach di Miami per sognare vita notturna, trasgressioni, club zeppi di giovani dai fisici scolpiti e vip a manciate.

guida della Florida

Ma la nostra guida della Florida parte invece da Orlando. E tutti conoscono il suo abitante più famoso: Topolino. Si, perché è proprio grazie al successo globale di Mickey Mouse che questa città ha cambiato volto ed è diventata quello che è oggi. Walt Disney, decise, negli anni ’60, di acquisire le terre intorno al Lago Buena Vista e a Kissimee per trasformarle nel paradiso turistico più affollato, più grande e più conosciuto del mondo.

Un sogno che il papà di Topolino non riuscì a vedere realizzato visto che il Magic Kingdom ha ufficialmente aperto solo nel 1971. Ma la sua eredità sopravvive. Attualmente l’impero Disney a Orlando comprende quattro parchi a tema, decine di attrazioni minori, migliaia di camere d’albergo e appartamenti per vacanze, centinaia di ristoranti e snack bar e persino due navi da crociera.

 Florida,  la casa dei parchi di divertimento

Ma non è solo la magia del mondo Disney che attira i visitatori a Orlando e che riempie le pagine della guida della Florida. Qui intorno si sono concentrate molte altre attrazioni, come gli Universal Studios, la Discovery Cove e il SeaWorld, uno dei più famosi parchi marini del mondo.

La seconda attrazione citata in ogni guida della Florida è il Kennedy Space Center che si trova vicino al famoso Cape Canaveral. Questo è il luogo da cui è stato gestito il programma spaziale americano ed infatti è un luogo strano e suggestivo da visitare. Qui si trovano mostre interattive, cimeli spaziali, razzi parcheggiati ma soprattutto molte curiosità. Qui si possono vedere da vicino le rocce lunari e assistere a una simulazione di decollo dello Shuttle. Sia che siate appassionati di scienza o solo curiosi resterete comunque colpiti.

Restando ad Orlando e dintorni potrete vedere l’Orlando Museum of Art, un museo fondato nel 1924 da un gruppo di appassionati d’arte.  La collezione comprende oltre 2.400 oggetti di arte contemporanea, arte americana dal 18 ° secolo al 1945, arte delle antiche Americhe e arte africana ed è considerata una delle più interessanti negli Stati Uniti sudorientali.

 Daytona e il culto della velocità

Se invece amate i motori bruciate i 90 km che vi separano da Daytona Beach dove si trova il Nascar Daytona Speedway. E’ il famoso circuito di 4 km in ovale che ospita 168mila spettatori e che nel 1947 ha visto la nascita del campionato Nascar, probabilmente il più celebre negli Usa, anche perché si trova vicino a spiagge molto frequentate.

Un tempo questa era la zona più calda dello Spingbreak, le vacanze primaverili degli studenti Usa in cerca di birra, sesso e trasgressione ma oggi è molto amata anche dalle famiglie e da soggetti più tranquilli. Una curiosità: qui si trova il faro più alto della Florida, il Ponce de Leon, che supera i 50 metri di altezza.

Una guida della Florida non può che dedicare un capitolo a Miami che rappresenta la destinazione per i turisti nella Florida meridionale con il suo ricco bagaglio di spiagge, cultura, sport e divertimento. Il centro di Miami, separato dall’Oceano Atlantico da Biscayne Bay e Miami Beach, è una metropoli moderna con al proprio cuore alcuni interessanti indirizzi per chi cerca culture diverse e esperienze interessanti.

Dall’altra parte della baia, Miami Beach, con il suo quartiere Art Déco, le sue spiagge un’atmosfera da fiesta mobile perenne è una calamita per tutti. zona. Fuori dalla città, ma nelle vicinanze, si trova il Parco nazionale delle Everglades, noto per il suo ecosistema unico e la sua fauna selvatica.

guida della Florida

La capitale che non ti aspetti

Abbiamo prima nominato la capitale dello stato, punto di riferimento della guida della Florida. Tallahassee è una piccola  città con  dolci colline, strade fiancheggiate da querce, antiche case e un’atmosfera decisamente non affannosa anche se qui hanno sede  la Florida State University, la Florida A&M University e gli uffici legislativi dello stato.

Infatti nel centro della città si trova l’edificio del New Capitol accanto all’Old Capitol. Si tratta, nel primo caso, del palazzo centrale della vita politica  completato nel 1845 in stile neoclassico mentre il secondo è  stato costruito alla fine degli anni Settanta. Poco distante si trova il quartiere storico  con alcuni isolati di case antiche  con diversi locali piacevoli dove fermarsi per una sosta. Insieme a studenti e esponenti della politica locale.

guida della Florida

Ecco la regina Miami

Vip e bella vita, locali di tendenza e spiagge da sogno, palme e sole perenne. Miami è il riassunto della dolcezza della vita in Florida. E se la città incarna questi luoghi comuni è anche piena di tesori nascosti. Per scoprirlo basta andare in giro senza fermarsi nei suoi luoghi più turistici e si scoprirà una meta assai interessante, per nulla prevedibile, che unisce culture diverse.

Le tradizioni caraibiche sono concentrate a Little Haiti, mentre l’influenza delle Bahamas si fa sentire nel West Coconut Grove. Ma ancora ci si può tuffare in un ambiente diverso mescolandosi alla comunità afroamericana nella storica Overtown o sapere di più sui nativi della Florida incontrando gli indiani Miccosukee nel South Dade.

Ma la guida della Florida poi porta per forza a Miami Beach che, non tutti lo sanno, si trova su una serie di isole collegate alla terraferma da una rete di ponti. Qui si trovano tranquilli quartieri residenziali e zone di movida oltre a lunghe distese di sabbia soffice e bianca. Per tutti il simbolo è l’Art Deco Historic District che, grazie ai palazzi color pastello sorti tra gli anni ’20 e ’30, le è valso il soprannome di American Riviera, come se qui si respirasse un po’ dell’atmosfera di Parigi, della Costa Azzurra e del Mediterraneo

Oggi è un costoso parco giochi per ricchi e famosi e turisti in genere con una scelta infinita di ristoranti, negozi, hotel sulla spiaggia e spazi per prendere il sole. La strada più popolare in questa zona è Ocean Drive mentre nell’entroterra, in parallelo con Ocean Drive, corre Collins Avenue, la strada di comunicazione tra le varie zone.

Spiagge e musei

All’estremità meridionale di Miami Beach si trova la celebre zona di South Beach dove si trovano splendide spiagge spesso affollate: questo è il luogo giusto per vedere ed essere visti, nuotare e prendere il sole. Ma non solo vita da spiaggia: soprattutto negli ultimi anni il volto di Miami sta cambiando e ogni guida della Florida vi dirà che ora non si viene solo per indossare il costume da bagno.

Da tempo sono sorti e si sono sviluppati eccellenti musei con interessanti collezioni, come il Bass Museum of Art e il Wolfsonsian Museum di Miami Beach. Ma recentemente la scena culturale è stata ulteriormente arricchita: Downtown Miami è ora sede del Museum Park, un grande parco verde urbano con viste mozzafiato sulla baia in cui si trovano i due musei più interessanti della città: il Perez Art Museum di Miami e il Frost Museum of Science.

 Ma Miami ha molte altre anime, lo abbiamo detto: Little Havana accoglie la vivace comunità cubana e lo si capisce facilmente dal profumo del cibo che esce dai camionicini parcheggiati e dai locali da cui si sente crescere il ritmo della salsa. Quasi come a l’Avana. E un salto al celebre The Ball & Chain è quasi obbligato. A Calle Ocho si svolge l’annuale Carnevale di Miami ma chi cerca atmosfere calde e autentiche deve andare anche a Little Haiti, un quartiere in continua evoluzione con negozi e locali sempre nuovi.

Le altre città della Florida

La città di Tampa si trova su un’insenatura sulla costa occidentale della Florida, ed è una destinazione assai amata dai turisti che qui trovano sia i grattacieli sia zone che profumano di passato, navi da crociera e barche da pesca dei gamberi che scaricano il loro saporito carico. La celebrità per Tampa è arrivata nel 1880 quando Vicente Martinez Ybor, un immigrato cubano, ha fondato qui una importante industria dei sigari.

Quella zona, chiamata oggi Ybor City, proprio nel centro di Tampa, è stata completamente restaurata. Le vecchie fabbriche di sigari ora ospitano negozi, ristoranti, locali e gallerie d’arte che attirano un gran numero di visitatori. È ancora possibile vedere dimostrazioni dell’antica arte della produzione di sigari arrotolati a mano o trascorrere una notte piacevole ascoltando musica latina.

Tampa è una delle mete preferite dalla famiglia perché qui si il parco divertimenti Busch Gardens, un mix tra un enorme zoo e un parco a tema. Precede il più famoso Walt Disney World della Florida e offre un’esperienza altrettanto emozionante e divertente per i visitatori. Il parco è diviso in zone che ospitano migliaia di animali ma anche giostre da brivido, negozi e ristoranti. Grazie ad una funivia che sorvola il parco si può passare dalla tomba di Tutankamon in Egitto, attraversare le pianure del Serengeti e osservare gli incantatori di serpenti nella tenda di un sultano del Marocco.

I resort per svernare

Dall’altra parte della baia di Tampa si trovano St Petersburg e la vicina Clearwater, due delle località più amate dagli americani del nord che vengono qui per sfuggire agli inverni freddi e godersi le spiagge sull’oceano e il clima mite. St Petersburg, per questo è cresciuta fino a diventare la quarta città più grande dello stato della Florida ed è comunemente chiamata “St Pete” dai locali.

Offre oltre 50 km di spiagge e alcune di queste sono ormai citate in ogni guida della Florida. D’altra parte qui ci si vanta di avere una 360 giorni di sole all’anno che spiegano il soprannome di “The Sunshine City“. Ma non solo anziani in cerca di un luogo per svernare: qui si trovano diverse comunità che meritano una visita come quella greca di Tarpon Springs o quella scozzese di Dunedin.

guida della Florida

Se siete in cerca di scenari romantici poi c’è quello che fa per voi: conosciuta per i tramonti mozzafiato sul Golfo del Messico e le calde brezze tropicali, Clearwater Beach è stata costantemente votata come una delle 10 migliori spiagge degli Stati Uniti.

Perfetto per vacanze in famiglia, Clearwater è generalmente considerata un’opzione più tranquilla e più conveniente rispetto ad altre destinazioni della Florida. Con oltre 5 km di spiagge Clearwater Beach offre la scelta definitiva per chi ama il mare: moto d’acqua e parapendio, gite in barca, immersioni, pesca e piccole crociere. Poi alla sera ci si ritrova a fare shopping al Pier 60 o a fare scorpacciate di gamberi al ristorante Frenchy.

guida della Florida

La città dove si gioca a golf

La guida della Florida ci porta poi nella città di Jacksonville, sulla costa nord-orientale del Sunshine State, che attira ogni anno ospita milioni di visitatori in cerca di caldo sole invernale. Ma senza rinunciare alla comodità di una grande città dove le spiagge non sono mai molto affollate e dovi si trovano alcuni dei migliori campi da golf del mondo.

Nonostante sia una città moderna, Jacksonville conserva ancora il suo fascino da profondo sud con viali fiancheggiati da querce, prati che si estendono lungo il fiume e un clima di sorridente accoglienza. A poca distanza si trova il terminal di Jaxport, utilizzato come base per crociere alle Bahamas mentre in centro alla città, sulla riva del fiume St John ecco Jacksonville Landing il cuore della zona dei ristoranti e dei locali notturni.

Non si può pensare ad una guida della Florida senza ricordare Key West, all’estremità meridionale degli Stati Uniti continentali. Si trova proprio tra l’Oceano Atlantico e il Golfo del Messico, alle porte dei Caraibi e vicina a Cuba, e questo spiega il suo sapore caraibico.

Le strade del suo quartiere antico sono fiancheggiate da palme e case coloniali di legno dipinte in colori pastello ed è stato il ritiro di nomi celebri come Ernest Hemingway, Tennessee Williams e Harry Truman. I turisti accorrono a “The Bight”, il vecchio porto, per organizzare gite in mare per pescare, fare snorkeling o immersioni mentre la vita notturna a Key West inizia con una serie di drink al tramonto sul molo di Mallory, prima di spostarsi in zone come il Bahama Village e lungo Duval Street.

guida della Florida

La Gold Coast: la nuova meta di moda

Proseguendo il viaggio lungo le strade della Florida si scopre l’astro nascente dello stato: la Gold Coast che si estende per circa 100 km lungo la costa sud-est, da Palm Beach a nord a Miami Beach a sud. Questo tratto di costa attira attualmente quasi nove milioni di turisti ogni anno e si sta sviluppando molto rapidamente. Il risultato è che dove c’erano praterie e dune ora sorgono resort di lusso e palazzoni di appartamenti e le città turistiche, come West Palm Beach, Fort Lauderdale e Hollywood, stanno vivendo un boom edilizio senza precedenti.

Qui arrivano turisti ma anche nuovi residenti dal nord attirati da clima caldo e soleggiato, lussuoso stile di vita da “country club” e centinaia di sofisticati centri commerciali. L’esempio più classico è Palm Beach che è stata la tradizionale meta per le vacanze dell’aristocrazia americana. E qui prima erano di casa i Kennedy, i Rockefeller, i Trump. A fare conoscere il luogo fu Henry Morrison Flagler che nel 1894 aprì il Royal Poinciana Hotel lanciò Palm Beach come la principale località di vacanza invernale sul mare dell’America. Oggi qui si trovano distese di hotel di lusso e se volete sentirvi vip è il posto giusto.

La Gulf Coast e il sole caldo del sud

Spostiamoci quindi verso la costa occidentale della Florida dove si trova una manciata di isole a poca distanza dalla costa avvolte nelle tranquille acque del Golfo. Le isole sono state sviluppate come resort immersi nella natura e con le vicine città di Fort Myers Beach e Naples hanno reso quella che si chiama Gulf Coast una zona turistica estremamente popolare.

Questa è una delle zone più calde degli Stati Uniti ma anche in piena estate le brezze oceaniche mantengono il clima piacevole mentre i visitatori si divertono a nuotare, prendere il sole e giocare a golf. Gli amanti della natura sono attratti qui per la vicinanza al Parco nazionale delle Everglades, alla Big Cypress Swamp e a numerose altre riserve di zone umide e rifugi faunistici. Poi, ovviamente, ci sono chilometri di bellissime spiagge, bagnate dalle calde acque del Golfo e impreziosite da un tappeto di conchiglie.

Guida della Florida

A differenza della sfarzosa Gold Coast, la Gulf Coast attira gli amanti della natura e coloro che cercano un tranquillo resort o una vacanza all’insegna del golf o del relax. Le spiagge sono rinomate per la grande quantità di conchiglie da raccogliere. Ci sono numerose aree panoramiche protette e rifugi faunistici in questa parte della Florida, incluso il Leeate Manatee Park, dove i turisti possono vedere il lamantino, minacciato nel proprio habitat naturale.

Naples e Fort Myers sono città comode da raggiungere e utilizzare come basi per il viaggio ma a loro volta offrono una serie di attrazioni tra cui ogni guida della Florida cita le case di Thomas Edison ed Henry Ford, e soprattutto, l’imponente Museo di Storia della Florida sudoccidentale. Perché la Florida, oltre al mare e al sole, ci tiene a dimostrare di avere molto di più da offrire.

quartieri di Tokyo

Guida dei quartieri di Tokyo: cosa vedere da Ginza a Shinjuku a Rappongi

Guida-di-Kythera

Guida di Kythera, cosa vedere tra i villaggi e le spiagge dell’isola greca

Trackback from your site.

Giornalista professionista, è responsabile delle pagine di viaggi e turismo del quotidiano Gazzetta di Parma. Da tempo è convinto che l'unica parte spiacevole di ogni viaggio sia preparare la valigia. Ha scritto - e fotografato - per Panorama Travel, Viaggiando, That’s Italia, Corriere.it, I viaggi di Repubblica, Ilturista.info. Adora il mare della Grecia, le birre belghe, i romanzi americani e le moto tedesche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici e rimani sempre aggiornato!